paziente odontoiatrico cose da evitare

Confrontarsi con il paziente odontoiatrico è complesso. Ecco 5 cose da evitare

 

  1. “Chi???” Quando si risponde al telefono il paziente si presenta e spiega il perché della chiamata; sarebbe bene annotarsi subito il nome senza doverglielo chiedere più di una volta . Vero è che, spesso, soprattutto negli studi dove la segreteria è anche l’assistente , mentre si risponde al telefono si fanno altre cinque cose contemporaneamente, ma il paziente percepisce di non essere ascoltato e il primo contatto del paziente con lo studio è proprio il telefono nella maggior parte dei casi.
  2. Monologo o interrogatorio?  Dobbiamo interagire con chi abbiamo di fronte ma ricordiamoci sempre di non monopolizzare la conversazione soprattutto parlando tutto il tempo di noi ma non dobbiamo neanche farlo sentire sotto inquisizione; ci sarà il paziente con cui abbiamo più confidenza ma ci sarà anche quello che preferisce essere lasciato tranquillo.
  3. Il paziente: piano di appoggio. Spesso capita di posare gli strumenti sui pazienti, per questo esiste il servo mobile!
  4. “Non abbiamo tempo”. Quando riceviamo la telefonata per un’urgenza ( che sia già nostro cliente o sia una prima visita) è importantissimo poterlo vedere. Sappiamo che a volte la giornata può essere complessa (vedremo poi come gestire al meglio un’agenda) ma non possiamo far pesare a chi chiama perché ha un problema, la nostra organizzazione. Se proprio non sappiamo dove inserirlo facciamoci lasciare nome, numero e parliamone con il medico.
  5. “la protesi come va?”. Ecco! Spesso si chiede al paziente come si è trovato dopo che gli è stato consegnato un lavoro o dopo un intervento; ricordiamoci, però, di non farlo in sala d’attesa (rispettiamo la privacy), possiamo chiedere informazioni quando siamo soli con lui e possiamo farlo con diplomazia. Visto che ho detto “privacy” non dimentichiamo che moglie – marito genitori – figli (se maggiorenni) sono pazienti individuali, non possiamo riferire di terapie agli uni per gli altri (pensiamo sempre che la moglie può non dire al marito di avere una protesi).

Sicuramente se ne potrebbero elencare tante altre; queste solo alcune delle più frequenti ed evidenti .

Il fatto che parliamo e facciamo domande al paziente quando questo evidentemente non può rispondere perché  ha in bocca: diga, manipolo e aspiratore….. beh ma questo fa parte di noi e non si può evitare!!!!

CERCA IL TUO PROSSIMO CORSO!

Condividi questo post

Lascia un commento


X
- Enter Your Location -
- or -