Terapie batteriche e risultati clinici: quale stato dell’arte?

Dott. F. Di Pierro
Altro
dal 07/04/2018 al 07/04/2018
24/03/2018 data di fine iscrizione
Sinalunga
5 ECM

L’utilizzo dei probiotici come strumento terapeutico in odontoiatria e nelle altre branche della medicina.

0,00

IVA compresa

Terapie batteriche e risultati clinici: quale stato dell’arte?

Loc. Uscita A1 "Valdichiana", 53048 Bettolle SI, Italia
  • Descrizione
  • Informazioni aggiuntive
  • Recensioni (0)

Descrizione

Terapie batteriche e risultati clinici: quale stato dell’arte?

In accordo con le linee guida del Ministero della Salute, i probiotici si definiscono come “microrganismi vivi e vitali
che conferiscono benefici alla salute dell’ospite quando consumati, in adeguate quantità, come parte di un alimento o di un integratore”.

Perché definire i microrganismi “vivi e vitali?” “Vivi” significa non-morti all’interno del prodotto che si sta assumendo, sia esso uno yogurt o un integratore (ma volendo anche un farmaco). “Vitali” significa invece che devono essere in grado di restare vivi, e di proliferare, anche dopo l’assunzione e l’ingestione da parte del consumatore. Ovviamente non vuol dire che tutti debbano restare vivi e proliferanti. è impossibile. Ma vuol dire che almeno un’importante quota di essi devono restarlo, in numero tale da poter determinare vantaggi per l’utilizzatore, post-colonizzazione.

La definizione parla poi di quantità adeguate. “Quantità adeguate” vuol dire che la ricerca ha ampiamente dimostrato
che non è il probiotico in quanto tale a poter determinare il vantaggio terapeutico. Ma è il probiotico quando
somministrato ad un dosaggio corretto. Si ritiene che, a meno di evidenti dimostrazioni cliniche che sostengano che
anche ad un dosaggio inferiore il ceppo probiotico oggetto dell’indagine sia efficace nel determinare un preannunciato effetto salutistico, un ceppo, un singolo ceppo, non possa essere somministrato ad un dosaggio inferiore a 1 miliardo (valore spesso riportato in etichetta come 1 X 109) di individui batterici (altrimenti detti unità formanti colonia, da cui l’acronimo UFC) vivi e vitali, al giorno.

Oltre alla definizione di probiotici vista prima, esiste poi una seconda definizione che direttamente riguarda l’alimento o l’integratore che contiene il probiotico.

[continua…]

Informazioni aggiuntive

Durata

Un giorno

Location

Sinalunga

Relatore

Dott. F. Di Pierro

Sessione

Monosessione

Tipologia

Corso

Tipologia clienti

Igienista, Infermiere, Medico, Odontoiatra

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Terapie batteriche e risultati clinici: quale stato dell’arte?”

X
- Enter Your Location -
- or -