spese formazione per odontoiatri, dentisti e assistenti alla poltrona

Deducibilità per le spese per la formazione

Il 10 maggio 2017 il Senato ha approvato la versione definitiva del testo del DDL n. 2233 – B con 158 voti favorevoli, 9 contrari e 45 astenuti.

L’obiettivo del Disegno di Legge, annunciato dal Governo, è quello di creare per i lavoratori autonomi un sistema moderno di diritti e di fruizione di servizi sociali indispensabili, capace di sostenere al tempo stesso il presente dei professionisti ma soprattutto il loro futuro.

Le più significative novità in materia di lavoro autonomo comprendono più che altro disposizioni in ambito fiscale e previdenziale tra cui:

  • La deduzione integrale delle spese di viaggio connesse ad un incarico professionale, non più riconducibili a compensi in natura;
  • L’estensione del congedo parentale anche per i padri. Più specificatamente a decorrere dal 1 gennaio 2017, viene riconosciuto il diritto ad un trattamento economico per congedo parentale, per un periodo massimo di sei mesi entro i primi tre anni di vita del bambino, alle lavoratrici e ai lavoratori iscritti alla gestione separata di cui all’articolo 2, comma 26, della legge n. 335 del 1995, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, tenuti al versamento della contribuzione maggiorata. I trattamenti economici eventualmente fruiti in altra gestione o cassa previdenziale non possono complessivamente superare il limite di sei mesi. I collaboratori potranno finalmente vedersi riconosciuto il diritto di percepire l’indennità di maternità spettante per i due mesi antecedenti la data del parto ed i tre mesi successivi, indipendentemente dalla effettiva astensione dall’attività lavorativa.
  • Un trattamento assistenziale per periodi di malattia grave che comporti inabilità assoluta assimilato a quello per degenza ospedaliera;
  • Spese di formazione e aggiornamento professionale deducibili al 100% con tetto di 10mila euro annui. E’, quindi, prevista l’integrale deducibilità, entro il limite annuo di 10.000 euro, delle spese per l’iscrizione a master e a corsi di formazione o di aggiornamento professionale nonché le spese di iscrizione a convegni e congressi.
    Sono integralmente deducibili, entro il limite annuo di 5.000 euro, le spese sostenute per i servizi personalizzati di certificazione delle competenze, orientamento, ricerca e sostegno all’auto-imprenditorialità, mirate a sbocchi occupazionali effettivamente esistenti e appropriati in relazione alle condizioni del mercato del lavoro, erogati dagli organismi accreditati ai sensi della disciplina vigente.
    Sono, altresì, integralmente deducibili gli oneri sostenuti per la garanzia contro il mancato pagamento delle prestazioni di lavoro autonomo fornita da forme assicurative o di solidarietà.

Insomma non ci sono più scuse per non provvedere alla propria formazione, per crescere ed evolvere: “Imparare è un’esperienza; tutto il resto è solo informazione.”

CERCA IL TUO PROSSIMO CORSO!

Condividi questo post

Lascia un commento


X
- Enter Your Location -
- or -