ECM: ricordiamo come funzionano

Stiamo per arrivare alla fine del triennio 2014-2016, ed è utile ricordare per chi ne fosse digiuno il meccanismo della formazione continua con acquisizione dei crediti formativi (ECM), fornendo uno schema riassuntivo.

Si ricorda che secondo definizione il programma è rivolto a tutti gli “operatori sanitari che direttamente operano nell’ambito della tutela della salute individuale e collettiva, indipendentemente dalle modalità di esercizio dell’attività, compresi dunque i liberi professionisti” (Riordino del sistema di Formazione continua in Medicina” approvato dalla Conferenza Stato- Regioni).

Il programma prevede che ogni operatore sanitario in 3 anni accumuli 150 crediti formativi, 50 crediti all’anno, minimo 30 e massimo 70 per ciascun anno. Questo modello deriva dall’idea che ogni operatore sanitario debba dedicare ogni anno al proprio aggiornamento professionale una settimana lavorativa (40 ore). Il triennio in corso è il 2014-2016 e dal 2017 inizierà il nuovo triennio.

I tipi di formazione riconosciuta sono:

  • la formazione residenziale (corsi, congressi, convegni)
  • la formazione residenziale interattiva (gruppi di studio)
  • stage con docente (formazione sul campo, tirocinio)
  • gruppi di miglioramento (commissioni)
  • attività di ricerca (progetti obiettivo, gruppi di studio finalizzati)
  • autoapprendimento senza tutor (es. FAD)
  • docenza – pubblicazioni scientifiche

Possono essere acquisti ECM anche svolgendo corsi di interesse generale quali: deontologia, legislazione, managing, informatica, lingue straniere. Questi corsi possono rappresentare sino al 20% dei crediti acquisiti del triennio. Per quanto riguarda invece l’attività di docenza: (stage, tutoring, presentazione a convegni, pubblicazioni scientifiche), questi possono rappresentare sino 35% dei crediti del triennio.

Nota interessante è che anche gli eventi formativi svolti all’estero (USA-CANADA-UE) possono generare crediti utili al proprio punteggio, e vengono riconosciuti il 50% dei crediti assegnati nel paese estero.

La registrazione dei crediti acquisti dal medico è un compito che spetta al medico, e va effettuata su COGEAPS, che è l’ente deputato alla gestione nazionale dei crediti ECM e che consorzia tutti gli ordini e associazioni professionali.

CERCA IL TUO PROSSIMO CORSO!

Condividi questo post

Lascia un commento


X
- Enter Your Location -
- or -